Google presenta il nuovo servizio Maps, ma non sarà più predefinito su iOS


By +BGSOLUTIONALLARMIESICUREZZAPERLATUACASA on giugno 7, 2012
Prev1 of 1Next

Come avevamo anticipato negli scorsi giorni Google ha provveduto, mediante un evento dedicato, a presentare il nuovo servizio Maps che verrà rilasciato entro poche settimane e che andrà ad introdurre diverse novità dal punto di vista funzionale. Ma la prima novità riguarda la mancata inclusione di tale servizio di google nella prossima versione di iOS 6.0, infatti Apple ha deciso di implementare un proprio servizio mappe interno andando ad escludere Google da quelle applicazioni caricate di default sul sistema operativo mobile di apple. Questo smacco fatto a Google ha portato il gigante del motore di ricerca ha mettere in scena un proprio evento, anticipando Apple, presentando le nuove funzionalità del proprio servizio che ora andremo  avvedere nel dettaglio.

Partiamo con la possibilità di visualizzare le mappe in modalità offline, Google infatti permetterà di eseguire il download delle stesse attraverso una connessione dati del proprio dispositivo, per poi renderle disponibile anche senza rete per la visualizzazione ed allocazioni varie.

Proseguiamo con Streetview, il servizio che ci mostra nel dettaglio i luoghi di tutto il mondo, Google ha affermato che il servizio verrà implementato introducendo la visualizzazione di posti più remoti dove le riprese della Google Car non riescono ad arrivare. Questo grazie ad un nuovo ritrovato dell'azienda che fornirà ai propri dipendenti degli zaini con telecamere annesse che permetterà di acquisire immagini dai posti più difficili da raggiungere. Infine le mappe 3D verranno migliorate e portate anche sui dispositivi mobili, il tutto grazie a nuove mappe digitalizzate provenienti da voli aerei eseguiti con mezzi di alta tecnologia. Google ha dichiarato che il servizio sarà reso disponibile anche per dispositivi mobili su Android Store ed AppleStore mediante l'aggiornamento dell'app Google Heart.

zp8497586rq
Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments