Il 2011 è stato l’anno di Chrome


By francesco on gennaio 3, 2012
Prev1 of 1Next

Se il trend di crescita di Chrome dovesse continuare al medesimo ritmo nel corso dei prossimi mesi, il browser potrebbe guadagnare la seconda posizione ai danni di Firefox già durante il prossimo mese di marzo (secondo le statistiche pubblicate daStatCounter il sorpasso si sarebbe già verificato).
Uno dei “punti deboli” di Firefox, come recentemente evidenziato anche da Accuvant, resta l’assenza di un meccanismo di sandboxing capace di confinare l’attività di eventuali elementi dannosi presenti nelle pagine web all’interno di un recinto ben delimitato, senza la possibilità che eventuale codice dannoso possa intervenire sulla configurazione del sistema operativo. A soffrire di più è inevitabilmente Internet Explorer che anche se può contare ancora sul primato nelle stime globali ha perso la prima posizione sul mercato europeo proprio ai danni di Mozilla Firefox.

 Internet Explorer ha perso 8 punti percentuali, passando dal 47% al 39%, mentre chrome è passato dal 15% all’attuale 28% guadagnando il 13%. Firefox invece cala dal 31% all’attuale 25%.Safari è l’altro browser in crescita, spinto dal mercato dei mac, che passa dal 5 al 6%, sostanzialmente invariato il mercato di Opera.

Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*