Google e il primo Marzo 2012 – Ecco quello che succede


By on marzo 16, 2012
Prev1 of 1Next

Si tratta di un’operazione enorme che interesserà centinaia di milioni di persone in tutto il mondo. Il Post ricorda come per il colosso di Mountain View le modifiche renderanno più semplice e intuitiva la gestione dei propri dati e potranno anche migliorare la qualità dei servizi forniti. D’altro canto, Il Sole24ore e il britannico Daily Mail fanno esempi pratici per far capire in sostanza cosa cambierà. Mentre adesso i diversi servizi sono separati e autonomi tra di loro, da marzo se sei collegato con un account Gmail e cerchi, nel motore di ricerca, la ricetta per il risotto della cena, la prossima volta che ti collegherai con il tuo account Youtube il sito ti consiglierà video relativi alla cucina e l’enogastronomia. In meno di una settimana Google+ passerà dai 100 milioni e oltre degli attuali utenti a quota 600 milioni.
 Google sostiene che combinare i dati nell’ambito di un profilo migliori i risultati delle ricerche e permetta agli utenti di passare più facilmente da un servizio all’altro. Secondo la società, l’obiettivo principale delle nuove regole è combinare in un unico sistema oltre 70 diverse normative sulla privacy che si applicavano finora a diversi servizi offerti da Google. “Siamo convinti che la nostra nuova politica della privacy, semplice, chiara e trasparente, rispetti tutte le leggi e i principi europei sulla protezione dei dati”, ha scritto in risposta alla lettera della Cnil Peter Fleischer, consulente di Google in materia di privacy. Gli utenti, ha aggiunto, hanno avuto più di un mese di tempo per conoscere le nuove regole. Gli utenti che non sono interessati a condividere le informazioni, oltre a non loggarsi su Google, possono scegliere di usare il proprio browser in modalità incognita o privata, oppure cancellare la cronologia sul motore di ricerca.
Inoltre possono utilizzare la Dashboard di Google per esaminare e controllare le informazioni associate al proprio account.  Le nuove norme sulla privacy e i termini di servizio sono consultabili cliccando qui.

Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*