Facebook legge le conversazioni private in chat per prevenire crimini.


By on luglio 29, 2012
Prev1 of 1Next

Facebook legge le conversazioni private, il social network con centinaia di milioni di utenti registrati in tutto il mondo, ha rivelato con il suo security responsable  Joe Sullivan che il famoso social network legge “tutte” le conversazioni private degli utenti al fine di scoprire criminalità e pedofilia che trovano terreno fertile su Facebook.

Questa rivelazione ha fatto mormorare molti utenti di FB che seppur ciò viene fatto per una buona causa, non sono per niente entusiasti di sapere che le proprie intime e private conversazioni in chat vengono spiate da ignoti sconosciuti. Nonostante Joe Sullivan ci tiene a sostenere che è proprio grazie a questa operazione che è stato possibile arrestare pericolosi pedofili o criminali malavitosi, il popolo di Facebook si divide tra chi storce il naso e chi non si fa più di tanto un problema, sapendo che ciò viene fatto in buona fede.

I messaggi scambiati in chat dalle persone vengono individuati ed esaminati tramite un software molto complesso che mostra ai responsabili umani ciò che giudica sospetto, pericoloso o dannoso per l’utenza. Il software è talmente potente che è capace di scoprire potenziali pedofili in pochi minuti.

Una cosa è certa: questa notizia è destinata a creare malumori e disapprovazioni da una schiera vasta di utenti che tengono molto alla propria privacy, utenti che non saranno certo contenti che altri umani sono in grado di leggere senza preavviso tutte le loro conversazioni personali.

Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*