Le alternative a basso costo a Microsoft Word


By Giusy Olivieri on agosto 21, 2012
Prev1 of 1Next

Microsoft Word è il programma di videoscrittura più utilizzato dalle aziende ma anche da privati. Però dobbiamo ammetterlo, è  tanto costoso quanto famoso, basti pensare che la licenza per utilizzarlo costa 189 euro! E’ vero c’è chi se la potrebbe procurare in modo “craccata” ma non è giusto nè moralmente e nè legalmente. Quindi, perchè correre rischi inutili quando poi il web ci offre delle valide ed economiche alternative delle volte totalmente gratuite.

OPEN OFFICE

OpenOffice, gestito da Apache, e il suo derivato LibreOffice forniscono delle funzionalità simili a Word. Entrambe le versioni si possono installare su  Windows, Mac OS X e varie distribuzioni Linux. I pacchetti di base comprendono un word processor, un foglio di calcolo, un programma di presentazioni simile a PowerPoint, uno strumento di disegno / diagrammi, un editor di equazioni, e un gestore di database relazionale simile a Microsoft Access. Sia OpenOffice e LibreOffice sono completamente open source.

SOFT MAKER

Il SoftMaker Office nella versione base include un word processor, un foglio di calcolo e un programma di presentazioni. L’edizione Professional include anche un completo programma di posta elettronica simile a Microsoft Outlook. Una caratteristica unica di Office SoftMaker è BasicMaker 2012, un linguaggio macro che consente agli utenti di creare script per automatizzare l’elaborazione dei testi e delle procedure di fogli di calcolo, rendendo più facile  eseguire i compiti ripetitivi. L’edizione Office Standard costa $ 80 circa 65 euro e Professional Edition – che include il software di posta elettronica – costa $ 100 circa 81 euro. Entrambi sono dotati di tre licenze, in modo da poter legalmente installarli su un massimo di tre computer.

KINGSTON

Kingston Office Suite è  un software gratuito che include un word processor, un foglio di calcolo e un programma di presentazione. La release 2012 sottolinea l’elevato grado di interoperabilità con Microsoft Office – fino al punto di condividere modelli di documento.

Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*