Volete vendere i vostri dispositivi Android?Attenti ai vostri dati personali


By +BGSOLUTIONALLARMIESICUREZZAPERLATUACASA on aprile 1, 2012
Prev1 of 1Next

Giunge una notizia molto importante (ed anche preoccupante) riguardante i dispositivi mobili ed in particolare quelli che montano il sistema operativo Android di Google. Robert Siciliano, esperto di furti di identità per la società di sicurezza McAfee, ha scoperto delle novità davvero rilevanti per quanto attiene la sicurezza dei propri dati personali sui dispositivi elettronici. Per eseguire la sua ricerca ha comprato 30 dispositivi elettronici, la maggior parte composta da smartphone e computer portatili dandoli in utilizzo a delle persone per un determinato periodo di tempo per poi riprenderli indietro, in modo tale da vedere nello specifico quali dati personali restano sui dispositivi quando un utente provvede a vendere il proprio dispositivo. Siciliano è rimasto scioccato nello scoprire che alcune persone non ha preso tutte le precauzioni di sicurezza prima di vendere il proprio dispositivo.

“Un ragazzo mi ha chiesto di sconnettere il proprio account di Gmail”, ha detto Siciliano. “Non pensavo che le persone potessero essere così ingenue”.
Sui 30 dispositivi riportati Siciliano è stato in grado di raccogliere dati personali da 15 di essi attraverso i propri sforzi di hacking e l’aiuto di un esperto del settore. Le informazioni recuperate riguardato dati bancari, numeri di previdenza sociale, documenti di supporto per bambini, carta di credito, dati di log-in e una serie di altri dati personali. Ma non è tutto qui, la cosa peggiore è che nella maggior parte di questi dispositivi gli utenti avevano provveduto a cancellare i propri dati personali, il che significa che l’utente aveva ripristinato le impostazioni di fabbrica del dispositivo secondo le istruzioni del produttore.
“La cosa realmente preoccupante è che tali utenti avevano eseguito il protocollo per cancellare i propri dati, ma essi sono ancora lì”, ha detto Siciliano. “Quello che fa la differenza tra questi e gli altri che invece cancellano tutti i dati è il dispositivi o ed il sistema operativo”.
Dallo studio eseguito emerge che BlackBerry è totalmente impenetrabile. “RIM ha un software fantastico, hanno fatto davvero un buon lavoro nella distruzione dei dati quando si ripristinano le impostazioni di fabbrica.” Dispositivi che eseguono iOS, come l’iPad e iPhone, e computer che eseguono Windows 7 puliscono i dati personali, a condizione che vengano seguite le istruzioni del produttore. Chi desidera vendere il proprio dispositivo, Siciliano consiglia di eseguire il backup delle informazioni prima e poi seguendo le indicazioni del costruttore effettuare il ripristino alle impostazioni di fabbrica.
Per quanto riguarda gli smartphone con sistema Android e computer che eseguono Windows XP, ci sarebbero maggiori problemi nel cancellare tutti i dati personali contenuti. Sono questi i dispositivi in cui, anche eseguendo le operazioni di ripristino delle impostazioni di fabbrica, i propri dati personali rimangono sempre presenti e possono essere recuperati da chi ha un minimo di conoscenze a livello di hacking di sistemi operativi.
Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*