Google sotto accusa: fornisce i dati sensibili dei non iscritti a Gmail


By on ottobre 10, 2012
Prev1 of 1Next

Google è stato accusato da un cittadino canadese, per l’ennesima volta a causa della appropriamento di dati sensibili. A differenza delle altre volte, però c’è una particolarità, cioè i dati in questioni appartengono ad utenti non iscritti a Gmail, il servizio di posta elettronica appartenente al gruppo Google.

Nello specifico, il cittadino canadese accusa Google non solo di appropriamento dei dati personali, pur non essendo iscritto al servizio, ma che il colosso, li abbia poi rivenduti all’adversiting.

Per chi non lo sapesse, quest’ultima si può definire come una società che ha lo scopo di fornire pubblicità mirate, personalizzate, tendendo conto dei gusti e preferenze del singolo. Tutte queste informazioni, stando alla denuncia del canadese, sono state rubate da Google, violando i termini della Legge Act!

Così il cittadino, ha chiesto alla Corte Suprema di avere come risarcimento 500 dollari per ogni email pubblicitaria ricevuta!

Riuscirà Google a cavarsela anche stavolta, o sarà la volta buona che paghi? Lasciamo al tempo le risposte.

Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*