HTC One S, arriva Android 4.1 Jelly Bean


By +BGSOLUTIONALLARMIESICUREZZAPERLATUACASA on dicembre 27, 2012
Prev1 of 1Next

htc one s

HTC One S accoglie finalmente l’aggiornamento a Jelly Bean, versione più aggiornata del sistema operativo mobile Android. I possessori dello smartphone attendevano l’update addirittura alla fine di ottobre, ma una serie di malfunzionamenti vari ha costretto il produttore a rinviare la distribuzione a una data post-natalizia. Per fortuna non troppo lontana, visto che subito dopo la giornata di Santo Stefano è partito il roll-out di aggiornamenti per i seguenti modelli, segnalati dalla sempre attenta community di XDA Developers: CID: HTC_001, HTC_E11, HTC_203, HTC-102, HTC_405, HTC_Y13, HTC_A07, HTC_304, HTC_M27, HTC_032, HTC_016.

La presenza dell’aggiornamento a Jelly Bean viene notificata automaticamente dal sistema nel caso il proprio HTC One S venga connesso a internet. Se non dovesse accadere, sarà meglio forzare il procedimento recandosi al menù “Impostazioni” e selezionando le voci “Info dispositivo” e “Aggiornamenti sistema”, così da far partire il controllo e trovare l’update. Da quel che viene segnalato in rete, il file di aggiornamento ha una dimensione di poco superiore ai 600 MB, per questo si consiglia di effettuare il download e l’installazione solamente nel caso la connessione internet venga coperta dal WiFi.

HTC One S è disponibile dallo scorso aprile come smartphone di fascia media della linea del produttore. A un display di tipo Super AMOLED da 4.3 pollici in diagonale e con una risoluzione di 960×540 pixel, si affianca un processore dual-core Snapdragon S4 con frequenza di clock massima da 1.5 GHz. La memoria RAM dedicata è di 1 GB, mentre quella pensata per la memorizzazione dei dati è di 16 GB, non espandibile tramite schede microSD. A completare il quadro, connettività Bluetooth 4.0, WiFi 802.11 b/g/n mono-band,  radio FM e batteria da 1.650 mAh. Le misure dell’HTC One S sono di 130.9 x 65 x 7.8 mm per un peso complessivo della scocca di 119 grammi. Questa vanta un processo di produzione chiamato “Ossidazione a micro aghi”, così da renderla più resistente rispetto gli standard.

Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*