Account dopo la morte?Google pensa anche a questo


By +BGSOLUTIONALLARMIESICUREZZAPERLATUACASA on aprile 14, 2013
Prev1 of 1Next

Durante l’ultima settimana Google ha presentano l’ennesimo nuovo servizio davvero particolare, un opzione che cerca di andare a risolvere il problema dell’esistenza degli account dopo la morte del suo proprietario. Avete capito proprio bene, se siete preoccupati di che fine farà il vostro account e tutti i dati relativi dopo la vostra morte, da oggi potrete impostare anche questo.

Google-account

Al momento non vi sono normative in merito, ma Google ha cercato di anticipare i tempi con il nuovo servizio  “Gestione account inattivo”, e serve per introdurre una serie di automatismi per avviare la cancellazione della propria iscrizione ai servizi della società e dei dati raccolti, online, nel corso degli anni. Il nuovo servizio non fa un esplicito riferimento alla morte del proprietario dell’account, ma parla comunque delle “molte situazioni che potrebbero impedirti di accedere o di utilizzare il tuo account”.

“Gestione account inattivo” permette di inserire un periodo in cui, in caso di inutilizzo dell’account, lo stesso verrà disabilitato. Il periodo di timeout può essere impostato a 3, 6, 9 o 12 mesi e Google provvede a inviare un avviso un mese prima, per ricordare che l’account è in scadenza. Se entro il periodo impostato si accede nuovamente al proprio account, il conteggio riparte da zero.

Un’altra opzione serve per inserire una lista di contatti fidati, che saranno avvisati sul fatto che il proprio account è diventato inattivo. Essi riceveranno un messaggio sulla propria casella mail:

Mario Rossi (mario.rossi@gmail.com) ha chiesto a Google di inviarti automaticamente questo messaggio in seguito all’interruzione dell’utilizzo dell’account da parte di Mario.

Mario Rossi ti ha dato accesso ai seguenti dati dell’account:

+1
Blogger
Drive
Latitude
Mail
Picasa Web Album
YouTube
Scarica qui i dati di Mario.

Cordiali saluti,
Il team di Google Account

Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*