LulzSec – Murdoch è morto

Ritorna la celebre crew di hacker, in seguito allo scandalo News of the World. Un articolo fasullo annuncia il fatale decesso del magnate di origini australiane. Rivelati online i numeri di telefono di vari editor, compresa Rebekah Brooks.

Scoperto il cadavere di Rupert Murdoch”: la macabra notizia, che campeggiava sul sito del Sun, uno dei giornali del magnate australiano, ha creato momenti di panico tra i lettori finchè non si è scoperto che si trattava della burla di un gruppo hacker. A colpire il sito del tabloid inglese sono stati i pirati informatici di LulzSec, già noti per attacchi contro la Cia, il Senato Usa e la Sony. Notato il defacciamento, il sito web del Sun è stato quindi reso irraggiungibile, dai suoi stessi amministratori, alle 23:00 GMT, e mostrava a quell’ora un messaggio relativo ad un errore interno del server. L’hack era stato annunciato dal collettivo di hacker tramite un messaggio sull’account Twitter @AnonymousIRC verso le 21:00 GMT.

I toni sono i soliti di Anonymous: “Gioiamo, ci divertiamo, rovineremo il Sun di Murdoch…Ciao Rupert! Buon divertimento domani in parlamento!#AntiSec” (“We have joy we have fun we will mess up Murdoch’s Sun…Hi Rupert! Have fun tomorrow at the Parliament!#AntiSec”) 

 

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*