L’iPhone 5 potrebbe essere equipaggiato con uno schermo Retina da 4,6 pollici


By on marzo 22, 2012
Prev1 of 1Next

Compaiono in rete i primi rumors relativi al nuovo iPhone 5 che Apple andrà a rilasciare nel corso di questo 2012 e che rappresneterà la nuova generazione dello smartphone Apple. Dopo aver visto, ad inizio mese, il rilascio del nuovo iPad, terza generazione del famosissimo tablet prodotto da Apple, ora l’azienda con sede a Cupertino è concentrata sul prossimo dispositivo mobile che potrebbe vedere la luce durante il mese di settembre-ottobre prossimo.
Le prime indiscrezioni sull’iPhone provengono da Reuters, che riporta notizie provenienti dalla supply chain coreana, le quali affermano che Apple starebbe contattando delle aziende che producono componenti tecnologiche per dispositivi mobili per garantirsi l’approvvigionamento di display di nuova generazione aventi dimensioni da 4,6 pollici. Le aziende scelte, secondo le analisi, sarebbero Samsung e LG, aziende che collaborano già ora per la produzione di componenti per gli attuali iDevice. Tali display avranno sempre la tecnologia Retina, la quale verrà migliorata portando il numero massimo di pixel a 300 per ogni pollice di grandezza, ottenendo così un miglioramento ulteriore delle rpestazioni generali di tale componente hardware. Apple, per il prossimo iPhone, sembra decisa ad abbandonare la classica dimensione dei propri display che a partire dal 2007 risulta essere da 3,5 pollici e che era considerata la migliore per l’utilizzo del dispositivo con una sola mano. Ma l’ondata di nuovi dispositivi concorrenti che utilizzano tutti display con dimensioni superiori avrebbe convinto Apple a ritoccare al rialzo le misure dello schermo montato sulla prossima generazione del suo smartphone.
Con questa serie di rumors su tale dispositivo vanno delineandosi, dal punto di vista hardware, quali saranno le novità hardware che verranno introdotte sull’iPhone 5, che sarà con molta probabilità il primo smartphone Apple ad essere dotato della connettività 4G per le reti mobili veloci.

Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*