Gli analisti prevedono un iPhone 5 con display da 4 pollici e struttura unibody


By on aprile 10, 2012
Prev1 of 1Next

Quello appena passato è stato un lunedì davvero florido per quanto riguarda i rumors relativi alla prossima generazione dell’iPhone, con analisti scatenati nell’emettere le loro note in cui vengono contenuti dati raccolti da varie parti a riguardo delle caratteristiche che avrà lo smartphone Apple di prossima generazione. Noi di Content Farm siamo sempre sul pezzo e vi facciamo un riassunto di tutte le principali voci apparse in rete, a partire dalla data di rilascio, dopo diversi rimbalzi fra il periodo estivo e quello autunnale, sembra ora più probabile che l’iPhone 5 possa vedere a luce il prossimo ottobre, ad un anno di distanza dal suo predecessore, l’iPhone 4S. Passando alla e caratteristiche tecniche troviamo che il nuovo modello sarà profondamente diverso da quelli precedenti, dopo due anni in cui il design è rimasto inalterato, Apple apporterà sostanziali modifiche attraverso nuove forme eleganti e davvero particolari, nel design troveranno spazio anche una nuova struttura unibody ed un display maggiorato da 4 pollici di dimensione. Il processore usato potrebbe essere quello A5X montato sul nuovo iPad, ovviamente adattato alle caratteristiche dell’iPhone il quale ha esigenze diverse come prestazioni da quelle del tablet di Apple. La parte estetica sarebbe celata nella parte più segreta di Cupertino, mentre per quanto attiene il nuovo hardware sarebbe già in corso di test nei laboratori attraverso dei prototipi che vedono i componenti interni del nuovo iPhone 5 montati su scocche di modelli precedenti, in modo da non destare sospetto in caso di perdita di immagini. Ma gli analisti non si fermano qui, visto il notevole interesse che già gravita attorno al nuovo iPhone 5, gli addetti ai lavori prevedono che tale dispositivo farà da spinta alle azioni Apple che entro la fine del 2012 potranno arrivare a superare la quota fantasmagorica di 1000 dollari cadauna, cifre davvero esorbitanti se pensiamo che già adesso tale azioni stanno toccando il loro massimo storico oltre i 600 dollari.

 

Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*