Il prossimo iPad potrebbe avere un display widescreen da 16:9


By +BGSOLUTIONALLARMIESICUREZZAPERLATUACASA on settembre 26, 2012
Prev1 of 1Next

Nuovi rumors apparsi in rete suggeriscono che Apple potrebbe essere al lavoro su una nuova generazione di iPad equipaggiato da un display widescreen, qualcosa che andrebbe ad ereditare dal nuovo iPhone 5. L’affermazione,  arriva dall’analista specializzato in tecnologia Paul Mueller, il quale suggerisce che ci sono prototipi realizzati da Apple e relativi a degli iPad che mostrano uno schermo da 16:9. Mueller afferma che ci sono ben tre fonti distinte che convergono nel dichiarare che Apple sia al lavoro per un iPad con widescreen, e che questa indicazione non è riferita all’iPad Mini, atteso entro la fine del 2012 sul mercato.

Si intende quindi che questa novità potrebbe debuttare sul nuovo iPad 2013, con Mueller che aggiunge che si avranno maggiori informazioni a riguardo nelle prossime settimane. Il passaggio ad un display widescreen avrebbe senso dato che Apple sta già utilizzando questa strategia in maniera vincente sugli smartphone. Il rapporto di formato 4:3 è migliore per la maggior parte delle attività in quanto assomiglia al foglio di carta, mentre i video funzionano meglio in 16:9, ma non è l’uso più comune su iPad. Ma ci sono vantaggi significativi, come il fatto che Apple sta spingendo molto sul mirroring Airplay, qualcosa funzionerebbe meglio se l’iPad avesse lo stesso aspetto di formato del televisore .

Eppure, ci sono problemi tecnici ad un cambiamento di proporzioni che potrebbero influenzare l’esperienza dell’utente finale. Aumentare il dimensionamento dell’iPad va controcorrente rispetto a quanto chiedono oggi gli utenti, ovvero tablet sempre più piccoli. Un dispositivo più sottile per quanto attiene la larghezza è più fattibile ora che il cavo Lightning richiede meno spazio rispetto al connettore a 30 pin dock, ma togliere spazio in orizzontale significherebbe offrire meno superficie totale utilizzabile dello schermo, cosa che mi sembra un passo indietro rispetto a quanto visto finora.

Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*