Il papà di Instagram: arrogante e geniale


By Zenit on aprile 23, 2012
Prev1 of 1Next

Non tutti riescono a strappare un miliardo di dollari dalle mani del famoso Mark Zuckerberg, ma lui ci è riuscito. Kevin Systrom, inizialmente ha proposto ben 2 miliardi per donare la sua applicazione di Instagram al noto portale di Facebook, ma ne ha ottenuto “solo” uno.

Chi è colui che è riuscito a fare un’immensa fortuna grazie ad una piccola app? Ricordiamo, inoltre, che dietro Instagram lavoravano solo 13 dipendenti, ma sono bastati solo 3 giorni per portare a termine l’affare della vita di Systrom. Lo sviluppatore, però, non è di certo il primo arrivato, ma alle spalle ha una ricca esperienza.

Il ragazzo ha lavorato con Google su Gmail, ma in seguito è passato in NexStop. La sua prima realizzazione è stata Burburn che non era altro che una sorta di Foursquare. Non avrete mai sentito parlare, quasi sicuramente, di quest’applicazione e difatti non ha avuto per nulla successo. Da queste sue esperienze, però, è nata l’idea di Instagram. La creatura in origine consentiva di condividere foto, ma anche gli sviluppatori pensavano che tale trovata fosse scontata, banale e soprattutto morta. Nel momento in cui attaccarono queste istantanee al social network, si sentiva già il sapore del successo.

Instagram può sembrare un’applicazione molto banale, ma al suo interno contiene una ricetta decisamente vincente. Systrom è riuscito a creare un’app diversa dalle altre.

Lo sviluppatore, inoltre, si ritiene molto diverso da Zuckerberg. Kevin conduce uno stile di vita differente dal ragazzo descritto nel film The Social Network. Assapora la vita, dorme minimo 8 ore e assolutamente non rinuncia al tempo da dedicare agli amici e soprattutto alla fidanzata. Un genio non disadattato, a quanto pare. Le persone che lo conoscono, però, lo giudicano arrogante. Di certo non ci stupiamo, quasi tutte le personalità al top di quest’ambiente hanno questa caratteristica.

Prev1 of 1Next
{lang: 'it'}

Commenta!

comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*