Anonymous viola la rete del Cnaipic

“Oggi abbiamo ottenuto l’accesso al vaso di Pandora delle agenzie anticrimine Italiane e crediamo che questo sia l’inizio di una nuova era di butthurt per la possente Homeland Security Cyber Operation Unit in Europa”, Così i pirati informatici (o hacktivist come amano farsi chiamare) della community italiana di LulzSec – vicini al famigerato gruppo Anonymous – hanno avvisato della loro incursione nei database del CNAIPIC,il Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche.
L’obiettivo dell’operazione è stato quello di “rivelare alcuni fra i più importanti rapporti tra le Agenzie Informatiche e le loro pratiche illegali e amorali”. Per questo sono stati sottratti più di 8 Gb di materiale dai server del Cnaipic, di cui al momento solo 8 Mb sono stati condivisi. Il sito delle Inchieste di Repubblica ha pubblicato alcuni documenti sottratti (li potete visionare qui), tra cui spiccano ricostruzioni di attacchi informatici contro la procura di Genova e altri documenti destinati a personaggi stranieri. Il Cnaipic sta indagando sulla portata dell’attacco, confermando in questo modo che una fuoriuscita di documenti c’è effettivamente stata.

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*