Candida Vaginale: la Fibroina di Seta Aiuta a Contrastarla

La candida vaginale è un problema che affligge tantissime donne.

Coppia
Coppia

Si calcola, in base alle statistiche, che la candida vaginale colpisca addirittura, almeno una volta nella vita, il 70-75% della popolazione femminile, e che può essere trasmessa anche ai maschi durante i rapporti sessuali.

La candida vaginale, anche detta candidosi o vaginite, è un’infezione da funghi, e si caratterizza per un fastidioso prurito, perdite vaginali e gonfiore della vulva. Sempre stando alle statistiche, si è calcolato che 8 donne su 10 che soffrono di candidosi arrivano addirittura a rinunciare ai rapporti sessuali con il proprio partner, a causa dei dolori da essa provocati durante i rapporti sessuali.

Una soluzione molto efficace a questo problema può essere indossare indumenti di biancheria intima in fibroina di seta.

A differenza dei tessuti in lana oppure in fibra sintetica, la fibroina di seta è molto più indicata per il diretto contatto con la pelle, e soprattutto in caso di sensibilità cutanea molto acuta, oppure nei casi di micosi e candida.

La fibra sintetica, ma certe volte anche il cotone, possono creare un microclima di tipo caldo-umido che possono favorire la crescita di questi batteri, provocando l’insorgenza di questi fastidiosi e dolorosi disturbi. Invece la fibroina di seta, prodotta da ragni e altri insetti, rispetta l’ecosistema vulvovaginale e quindi previene, addirittura contrasta quando già la si ha, la candida vaginale.

La Sigo, Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia, ha raccomandato l’uso di questa biancheria.

Importante è anche lavare la zona con detergenti specifici a PH 4 o PH 5, evitare indumenti troppo stretti, seguire una dieta sana e rivolgersi al ginecologo se si hanno perdite o fastidi. La Sigo raccomanda comunque di usare sempre il profilattico.

Foto tratta dalla Rete

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*