Dieta Antiage, Grandi Benefici Se Diventa uno Stile di Vita

Dieta Antiage
Dieta Antiage

La dieta antiage è la nuova frontiera dell’alimentazione… estetica!Sarebbe un sogno invecchiare, o per dirlo meglio “maturare”, senza che i segni dell’età si vedano sulla nostra pelle. Ma siccome non siamo tutte Madonna o Cher, e non tutte amiamo farci punturine di botox o altro, come possiamo fare per cercare di limitare al minimo, per quanto ci è possibile, gli effetti dell’età sul nostro corpo?

La dieta antiage potrebbe essere una – parziale – soluzione. Ci sentiamo sempre dire, dai nutrizionisti, dai medici e praticamente da tutti, che l’alimentazione corretta e sana è il primo ingrediente per stare in salute e per apparire più belli. È a tavola che decidiamo chi saremo in futuro: obesi, con la pelle spenta, con varie problematiche?

Certo, solo poche malattie possono essere prevenute a tavola, ma perlomeno si può cercare di mantenere giovane il corpo giocando d’astuzia con i piatti più giusti e sani per lo scopo.
La dieta antiage, più che un rimedio dell’ultimo minuto, dovrebbe diventare uno stile di vita.

Ovviamente i cibi da scegliere dovranno essere quelli poveri di grassi e invece ricchi in antiossidanti e vitamine, elementi essenziali per rallentare i processi di invecchiamento.
Ad esempio, il succo di melograno e il tè verde sono ricchi di flavonoidi e sono quindi dei potenti antiossidanti naturali. In particolare il melograno contiene una forte concentrazione di sodio, ferro, vitamine e fosforo, e andrebbe assunto più volte al giorno. Il succo di melograno avrebbe anche altri benefici per le donne in menopausa perché ridurrebbe ritenzione idrica, fragilità delle ossa e sbalzi d’umore, grazie alle sue sostanze estrogeniche.

L’alimentazione antiage consiglia anche la riduzione, quanto più possibile, dello zucchero: al suo posto, oltre al miele, può essere usato lo sciroppo d’acero, che è anche depurante e snellente.

Preziose anche le bacche di goji, frutti cinesi e mongoli che sono dei veri concentrati di vitamine e oligoelementi.

Non è meno importante assumere anche olio extra vergine di oliva, per via dei suoi fitosteroli, che assorbono il colesterolo, e per le altre sue sostanze antiossidanti.

Anche il succo di baobab, una pianta di origini africane, contiene fibre ed elementi probiotici ed è quindi un vero toccasana per l’intestino.

Secondo uno studio dell’Università di Napoli Federico II, anche il latte d’asina è prezioso nella dieta antiage perché ridurrebbe l’accumulo di grassi: sarebbe bene, quindi, berne un bicchiere al giorno.

Foto tratta da borntomove

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*