Troppi Selfie e Foto Ci Rovinano i Ricordi, Lo Rivela uno Studio

Selfie
Selfie

I selfie sono “pericolosi”?
Da quando abbiamo questi smartphone che ci consentono di fare fotografie in ogni momento della nostra vita, ovunque ci troviamo, siamo presi dalla smania di immortalare qualsiasi cosa, compresi noi stessi in ogni istante della giornata.
Ma tutto questo smanioso fotografare potrebbe, anziché conservare la nostra memoria, rovinarla.

Questo è il risultato di uno studio coordinato dalla docente di Psicologia alla Victoria University di Wellington (Nuova Zelanda), Maryanne Garry.
Lo studio ha messo in evidenza che l’ansia di farci i selfie o di immortalare eventi, cerimonie, visite, viaggi e normalissima quotidianità, ci impedisce di goderci il presente e a lungo andare ha anche degli effetti negativi sulla nostra memoria, rovinandoci le parti più significative dei ricordi. Ad esempio, se due nostri amici si sposano e si scambiano le fedi, molto probabilmente non ricorderemo la realtà perché saremo troppo presi dall’immortalarla.

Lo studio si è avvalso di esperimenti che riguardavano anche gente che usciva da gallerie d’arte e musei: quelli che avevano scattato centinaia di foto non ricordavano le opere d’arte come coloro che invece avevano lasciato il telefonino in tasca.

Per non parlare dei selfie, che tante persone si fanno continuamente: tra l’altro, quando avrà il tempo per riguardarseli, se sono centinaia e centinaia?

La Garry ha spiegato:

Le persone fanno mille foto e poi le scaricano da qualche parte e in realtà non hanno il tempo di guardarle molto perché è troppo difficile etichettarle e organizzarle. Questa mi sembra una perdita.

Certo, non è vero – come sosteneva una credenza popolare di certe culture – che le fotografie rubano l’anima delle persone, ma alterano o rovinano i ricordi questo è vero.

Anche uno studio della Fairfield University in Connecticut, pubblicato su Psycological Science, era giunto alla conclusione che le foto “cancellavano” i dettagli di quegli istanti.

Linda Henkel ha spiegato:

La gente spesso tira fuori le macchine fotografiche senza pensarci. Quando però si affidano alla tecnologia per ricordare, questo può avere un impatto negativo sul modo in cui si memorizzano le esperienze. Per ricordare dobbiamo accedere e interagire con le foto, e non solo accumularle.

Insomma, meno selfie e più vita nel momento!

Foto tratta da finedininglovers

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*