La Cannabis Riduce la Fertilità Maschile: Lo Conferma uno Studio

Assumere cannabis può avere delle conseguenze negative sulla fertilità negli uomini.
Questo è quanto è emerso da uno studio dell’università inglese di Sheffield, pubblicato sulla nota rivista britannica The Independent.

La ricerca ha messo in evidenza, attraverso un esperimento che ha coinvolto giovani uomini sotto i trent’anni, che l’assunzione di cannabis, hashish e marijuana, raddoppia il rischio di produrre sperma anormale. Questo comporta una importante riduzione della fertilità maschile.

L’esperimento è stato portato a termine dall’università inglese di Sheffield grazie a un campione formato da 318 uomini che hanno donato il loro sperma. Queste persone avevano anche indicato tutte le loro abitudini, compresa l’assunzione di alcolici, cannabis ed eventuali altri vizi pericolosi come il fumo.

Fumare sigarette, per quanto altamente nocivo per l’intero organismo (più che aspirare gas di scarico di un tir!), stranamente non avrebbe invece degli effetti negativi sulla produzione di sperma, quindi sulla degenerazione spermatica, e neanche assumere alcolici.

Allan Pacey dell’Università di Sheffield ha sottolineato che, pur non potendo legare indissolubilmente questa degenerazione dello sperma all’assunzione di cannabis, gli effetti di questa droga leggera sarebbero molto alti nei maschi inferiori ai 30 anni.

Questo si verifica anche perché, sempre secondo le dichiarazioni del professore, i maggiori consumatori di cannabis sono le persone sotto i 30 anni di età.

Insomma, se si è in cerca di un figlio sarebbe meglio evitare di assumere queste sostanze.

Foto tratta dalla rete

Cannabis
Cannabis

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*