Pillola al Licopene: dal Pomodoro un Alleato per Combattere Ictus e Infarto

La dieta mediterranea, tanto amata da noi italiani, mette al centro del suo sistema il pomodoro, uno degli alimenti più preziosi che la natura ci abbia donato.

La ricchezza del pomodoro, oltre che nelle vitamine, sta nel suo alto contenuto di licopene, una sostanza naturale appartenente al gruppo dei carotenoidi (pigmenti contenuti in alcuni vegetali).

Il licopene è così prezioso e benefico che di recente è stata messa a punto dai ricercatori dell’Università di Cambridge una pillola che contiene i principi attivi del licopene e che, una volta che la sperimentazione sarà completata, potrà essere utilizzata per contrastare l’insorgenza di ictus e infarti.

La pillola al licopene non sarà sostitutiva dei farmaci contro le malattie dell’apparato cardiovascolare, ma sarà utilizzata come valido sostegno durante le cure o per la prevenzione delle stesse.

Lo studio dell’Università di Cambridge, pubblicato su Plosone.org, è stato condotto su 72 adulti, di cui 35 erano affetti da malattie cardiovascolari. Alla metà di queste persone è stata somministrata per due mesi una pillola al licopene al giorno, contenente 7 milligrammi di principio attivo, mentre all’altra metà è stato dato del placebo. Al termine dei due mesi sono stati esaminati i risultati: le persone che avevano assunto la pillola al licopene avevano migliorato nel 53% dei casi il flusso di sangue dell’avambraccio, mentre gli altri avevano dei valori invariati.

Il licopene, insomma, è un alleato prezioso per prevenire e curare infarti e ictus, e di conseguenza anche mangiare pomodori è un’abitudine da non perdere.  Tra l’altro, a differenza di molte verdure che andrebbero mangiate crude per non perdere vitamine e principi attivi, la cottura del pomodoro ne aumenta la biodisponibilità: questo significa che la salsa di pomodoro contiene un maggiore quantitativo di licopene rispetto al pomodoro crudo.

Altri alimenti ricchi di questo antiossidante naturale sono l’albicocca, la papaia, l’anguria, l’uva e il pompelmo rosa.

Foto tratta dalla rete

Pomodori
Pomodori

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*