Cura e Prevenzione dell’Alzheimer: dagli Estratti di Cacao una Soluzione

Il cacao può inibire una malattia grave come l’Alzheimer.

Questa è una grande notizia non solo per i malati, ma anche per tutti gli appassionati di cacao.
Per una volta qualcosa che è buonissimo da mangiare, un vero peccato di gola, ha anche delle preziose proprietà. Era noto già da tempo che il cacao avesse delle qualità importanti, e in primis un alto contenuto di polifenoli (antiossidanti); e adesso si scopre anche che è un inibitore dell’Alzheimer.
La scoperta è frutto di uno studio dell’Icahn School of Medicine al Mount Sinai in collaborazione con la Kanazawa University del Giappone, pubblicato sul Journal of Alzheimer’s Disease (JAD): un estratto di cacao Lavado è in grado di ridurre i danni alle vie nervose che colpiscono il cervello dei pazienti affetti dal morbo di Alzheimer. E questo prima che i pazienti possano svilupparne i sintomi.

Il team di ricercatori che hanno fatto questa scoperta sono stati guidati da un medico italiano, Giulio Maria Pasinetti. La sperimentazione è stata condotta su topi da laboratorio sui quali è stato agito a livello genetico perché contraessero il morbo in questione. L’estratto di cacao Lavado è stato in grado di impedire a una proteina di formare i grumi nel cervello, i responsabili del danneggiamento delle cellule nervose nei pazienti affetti da Alzheimer.

Si tratta di una scoperta sensazionale che, una volta che verrà pienamente sviluppata, potrà portare alla prevenzione di questo morbo che ogni anno colpisce milioni di persone nel mondo.
Giulio Maria Pasinetti ha dichiarato, come riportato da La Stampa:

I nostri dati suggeriscono che l’estratto di cacao Lavado impedisce la formazione anomala di Aβ nelle strutture oligomeriche aggregate, per prevenire i danni e il declino cognitivo. Dato che il declino cognitivo nella malattia di Alzheimer si ritiene avviarsi decenni prima della comparsa dei sintomi, crediamo che i nostri risultati abbiano grandi implicazioni per la prevenzione della malattia di Alzheimer e la demenza.

Il cacao che si è dimostrato più efficace in questa sperimentazione è stato quello di tipo Lavado, per l’altissimo contenuto di polifenoli. Un integratore alimentare a base di questo cacao Lavado potrà quindi rivelarsi un prezioso aiuto contro lo sviluppo dell’Alzheimer.

Foto tratta dalla rete

Cacao
Cacao

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*