I Cibi Gluten Free Non Sono Dietetici o Più Sani per i Non Celiaci

La celiachia è l’intolleranza permanente al glutine (contenuto in avena, frumento, farro, grano ecc.) e chi ne soffre è costretto ad alimentarsi con cibi gluten free, per non rischiare lesioni anche gravi allo stomaco e altri disturbi.

Eppure, nonostante gli alimenti come pasta e pane privati di glutine abbiano un costo quasi triplicato rispetto a quelli “normali”, il consumo di questi prodotti da parte di chi non è affetto da celiachia sta aumentando in modo esponenziale. Di celiachia ne soffre 1 italiano su 100, eppure i negozi specializzati esclusivamente in prodotti gluten free stanno crescendo.

Si è diffusa, infatti, la convinzione che gli alimenti gluten free siano più salutari e dietetici rispetto a quelli che contengono glutine, tanto è vero che la pasta, il pane e gli altri prodotti da forno privi di glutine sono sempre più scelti dalle famiglie (l’Associazione Italiana Celiachia stima che ben 600.000 famiglie acquistino tali prodotti senza essere celiaci).

Ma le cose non stanno esattamente così. Il nutrizionista Pietro Antonio Migliaccio ha spiegato a La Stampa che non è affatto utile seguire una dieta senza glutine allo scopo di perdere chili, perché non è dimostrato che il pane, la pasta o i biscotti di questo tipo funzionino in un regime dietetico, anche perché la quantità di calorie è esattamente la medesima.

E non è solo questo: le persone non celiache che assumono questi prodotti potrebbero alterare invece le proprie risposte metaboliche:

Un etto di pane senza glutine, che viene sostituito con carboidrati e grassi, ha le stesse calorie di uno che lo contiene, ma con una composizione in macronutrienti che, non essendo necessaria, potrebbe alterare le risposte metaboliche. Non consiglio mai un regime del genere a chi non soffre di questa patologia ma vuole solo dimagrire.

Privarsi del glutine, se non si è intolleranti, è quindi perfettamente inutile (oltre che costoso): tanto più che ci si priva del piacere di mangiare pasta o pane dal sapore – non ce ne vogliano i celiaci – decisamente migliore.

Tra l’altro il glutine aumenta il senso di sazietà, per cui mangiare un piatto di pasta che lo contiene non invoglia a proseguire il pasto, al contrario di un piatto di pasta gluten free: la dieta, quindi, non verrà rovinata, casomai favorita!

In definitiva, la convinzione che i cibi gluten free siano dietetici, più sani e più leggeri rispetto a quelli contenenti il glutine è errata, e può portarci a un regime alimentare non corretto, se non si è celiaci.

Foto tratta dalla rete

Gluten Free pasta
Gluten Free pasta

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*