Le Uova di Ricci di Mare Possono Curare il Cancro

Il mare e i suoi preziosi frutti potrebbero curarci dal cancro.
Questa è la sensazionale scoperta di un gruppo di ricercatori italiani della Stazione Zoologica Anton Dohrn e dell’Istituto di Scienze dell’Alimentazione del Cnr di Avellino, e pubblicata sulla rivista internazionale Marine Drugs.

Secondo lo studio, che è iniziato sin dagli anni Ottanta grazie alla dottoressa Anna Palumbo (oggi dirigente di Ricerca alla Stazione Zoologica Anton Dohrn), le uova di ricci di mare contengono una molecola chiamata ovotiolo che possiede un potere anti-ossidante molto elevato. Tale ovotiolo è in grado di proteggere l’embrione, al momento della fecondazione, dai radicali liberi.

La Palumbo e il suo team di ricercatori, in collaborazione con gli istituti sopracitati e con l’Università Federico II, ha individuato una nuova proprietà dell’ovotiolo, che esercita una funzione anti-tumorale su cellule di carcinoma epatico: sulle altre cellule sane, invece, esso non provoca alcun effetto.

Questo ovotiolo sarebbe quindi in grado, secondo la scoperta, di causare la morte delle cellule tumorali, preservando invece le cellule sane.
In particolare si pensa che questo ovotiolo che, lo ripetiamo, è contenuto nelle uova di ricci di mare, possa essere un efficace cura contro alcuni tipi di cancro, tra cui quello al fegato (uno dei più pericolosi). Le proprietà di questa sostanza potrebbero essere non solo curative ma anche preventive del cancro.

Il mare e i suoi frutti stanno concentrando sempre più su di essi le attenzioni dei ricercatori medici e scientifici, continuando a ricordarci quanto sia importante preservare la biodiversità del mare (e finanziare la ricerca!).

Attualmente la sperimentazione e la ricerca sono ancora in corso alla Stazione Zoologica Anton Dohrn, fondata a Napoli nel 1872. Un plauso a questi ricercatori italiani che stanno svolgendo un lavoro prezioso per tutta la popolazione mondiale, sempre più afflitta da questo male.

Foto tratta dalla rete

Ricci di Mare
Ricci di Mare

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*