La Frutta Protegge il Cuore, Se Mangiata Ogni Giorno

La frutta protegge il cuore, abbassando il rischio di contrarre malattie anche gravi.
Questo è il risultato di uno studio condotto dall’Università di Oxford e presentato a Barcellona durante il congresso della Società europea di cardiologia.

Lo studio ha avuto una durata di ben sette anni e ha coinvolto all’incirca mezzo milione di persone. La ricerca è stata svolta in Cina. Il 18% dei volontari presi in esame consumava della frutta ogni giorno, in una quantità pari a circa 150 grammi, e al contrario il 6,3% di essi aveva dichiarato di non mangiare mai la frutta.

Ebbene, al termine dello studio sono stati confrontati i risultati delle analisi di chi mangiava regolarmente un certo quantitativo di frutta e di chi invece non ne assumeva, e si è notato come il rischio di malattie cardiovascolari è risultato più basso in chi consumava frutta. La percentuale si attestava intorno al 15% in meno per l’infarto, del 25% per l’ictus e addirittura del 40% per il rischio di ictus emorragico.

Come ha affermato uno degli studiosi dell’equipe, lo studio in esame dimostra che il consumo di frutta riduce il rischio cardiovascolare e che esso diminuisce in maniera esponenziale rispetto alla quantità che se ne consuma.
Per ridurre i rischi, non solo di malattie cardovascolari ma anche di altre patologie, le porzioni di frutta (e/o verdura) raccomandate dalla Harvard School of Public Health di Boston sono soltanto cinque, e non più sette come si affermava una volta.

Questo vuol dire che dovremmo mangiare una porzione di frutta, per esempio, a colazione, per uno spuntino, a pranzo, a merenda e a cena.

Anche la frutta secca, come le mandorle, le noci brasiliane, le pecan, le noci, i pistacchi, i pinoli ecc., sono da consigliare in un regime alimentare “protettivo” per l’organismo: la frutta secca, infatti, possiede un elevato potere anticolesterolo e può contrastare l’insorgenza delle malattie cardiovascolari.

Foto tratta dalla rete

Frutta
Frutta

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*