Dolori al Seno: Ecco le Cause Più Comuni (Non Legate al Cancro)

Anche se la prevenzione del cancro al seno è importante (e si devono fare controlli ogni anno) i dolori al seno non sono affatto sempre collegati a questa malattia.

Ci sono tante ragioni, infatti, per cui si possono avere dolori al seno, e le segnala la dottoressa Taraneh Shirazian sul portale americano womenshealthmag. A queste cause si può porre rimedio. Vediamo quali sono.

1. Lo “scombussolamento” ormonale che si verifica nel periodo del ciclo può essere una ragione per cui sentite che il seno si gonfia leggermente e/o diventa dolorante. Questo è del tutto normale e rientra tra i “regali” del ciclo mestruale.

2. Troppe flessioni, troppi esercizi: delle sedute di ginnastica troppo intensiva ai pettorali possono provocare dolori al seno. Se sono troppo forti si possono assumere degli analgesici, altrimenti basta applicare dei cuscinetti tiepido-caldi sopra i muscoli pettorali.

3. Come sopra: magari non si è fatta ginnastica intensiva ma si sono sollevati troppi pesi (magari anche solo facendo la spesa) ed è per questo motivo che si possono avere i dolori al seno.

4. Indossare il reggiseno sbagliato può portare a dei dolori al seno: magari il reggiseno è della taglia errata, troppo stretto o piccolo, oppure troppo largo. Se il reggiseno non è della giusta misura, gli sballottamenti possono provocare, alla lunga, fastidi. Questo, soprattutto se si hanno seni grandi e si fa sport, come ad esempio jogging.

5. Le cisti al seno (sacche piene di liquido all’interno della mammella): secondo il National Breast Cancer Foundation queste cisti non sono necessariamente collegate al tumore al seno. Queste dolorose cisti tendono a diventare ancora più fastidiose nel periodo del ciclo, perché sono ancora più sensibili ai cambi ormonali.

6. Anche se non sono direttamente collegati ai dolori al seno, alcuni studi hanno dimostrato che il tè (teina) e il caffè (caffeina) possono intensificare i dolori mammari soprattutto nelle donne con le cisti al seno. Sarebbe quindi opportuno consultare il proprio medico per decidere di quanto diminuire l’assunzione di queste sostanze.

Foto tratta dalla rete

Fonte: womenshealthmag

dolori al seno
dolori al seno

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*