Impacchi Naturali: le Migliori Ricette per Riparare i Capelli

Le donne lo sanno bene: i capelli danneggiati sono una vera croce, anche perché ci fanno sentire un po’ a disagio o meno attraenti. Sono opachi, spenti, tendono a spezzarsi e al tocco sembrano una scopa di paglia. Ci sono, naturalmente, dei metodi per far sì che anche le chiome più rovinate dagli shampoo sbagliati o troppo frequenti oppure da piastre e tinture, ritrovino la naturale bellezza.

E, anzi, naturale è proprio la parola chiave della cura dei capelli rovinati. Ci sono infatti dei fantastici impacchi naturali che possono ridare tono, corposità e luminosità alla nostra chioma.
Gli impacchi naturali che vi proporremo sono tre, e sono stati pensati dalla dott.ssa di Scienze Naturali Giulia Sama, che li ha riportati sulla rivista Vivi Consapevole.

Il primo impacco è a base di avocado. Ci vogliono: 1 avocado, 1 banana matura, 1 cucchiaio di aceto di mele. Basta mescolare il tutto, applicarlo sui capelli umidi e farlo agire per un’ora. È un impacco nutriente, rinvigorente e illuminante!

Se invece puntate anche alla morbidezza, il secondo impacco naturale fa per voi: gli ingredienti da mescolare sono 2 cucchiai di hennè neutro, 2 cucchiai di yogurt e 3 cucchiai di malto. Il composto va distribuito sui capelli asciutti e tenuto in posa per un’ora e mezza, magari coperto da carta stagnola. Al termine della posa, si fa un normale shampoo, si applica il balsamo e volendo si può applicare sulle punte un po’ di olio di Argan.

Il terzo dei nostri impacchi naturali è quello a base di amla, una pianta molto usata nella tradizione dell’Ayurveda, la medicina tradizionale indiana. Ci occorrono tre cucchiai di amla (è in erboristeria) e un cucchiaio di olio di Argan. La posa è da fare sui capelli umidi ed è di circa 1 o 2 ore: il risultato sarà una chioma nutrita, splendente e dall’aspetto sano!

Foto tratta dalla rete
Fonte: Vivi Consapevole

Impacchi Naturali
Impacchi Naturali

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*