Perdonare Fa Bene a Corpo e Mente, gli Studi lo Dimostrano

Perdonare fa bene alla salute, sia mentale che fisica.

Secondo la definizione del Greater Good Science Center at the University of California, a Berkeley, il perdono è l’atto di decidere consapevolmente di lasciar andare il risentimento o la vendetta nei confronti di una persona che vi ha fatto del male in qualche modo, che sia meritevole o non di quel perdono. Perdonare ci dà dei benefici a livello mentale e fisico da non sottovalutare, per vivere la nostra vita con serenità e con un senso di pace e benessere interiore.

Innanzitutto perdonare incondizionatamente potrebbe allungarci l’esistenza, eliminando dal nostro essere quel senso di rabbia permanente che ci accompagna (e che ci fa male).
Secondo uno studio dell’Hope College, quando le persone serbano per anni un rancore, hanno una maggiore attività fisiologica – la tensione muscolare del viso, la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e la sudorazione – mentre quando perdonano lo stress e la rabbia diminuiscono, diminuendo i rischi al cuore.

La riduzione di ansia, rabbia e stress porta inevitabilmente a delle consuguenze molto positive, quali la regolazione del sonno. E si sa che dormire bene è di fondamentale importanza per il nostro organismo, perché ci mette a riparo da alterazioni e scompensi che si riversano anche sul metabolismo, sulla salute psichica e quindi sulla qualità generale della nostra vita.

Fare ammenda con la persona con cui siamo arrabbiati può anche aiutarci a perdonare noi stessi: stando a una ricerca pubblicata sul Journal of Positive Psychology, le persone che hanno concesso il perdono sono più propense a sentirsi bene con se stesse, più indulgenti verso i propri errori, e di conseguenza più “leggere” nella vita quotidiana.

Perdonare porta anche a benefici del sistema immunitario. E non è un’esagerazione: una ricerca presentata presso la Society of Behavioral Medicine ha dimostrato che le persone affette da AIDS che concedevano genuino perdono verso chi li aveva feriti avevano un più elevato tasso di cellule CD4, condizione positiva per il loro stato immunitario.
Insomma, concedere il perdono fa bene in tutti i sensi.

Foto tratta dalla rete
Fonte: huffington post

Perdonare
Perdonare

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*