Instabreast: Aumenta il Seno di una Taglia per 24 Ore

Quasi tutte le donne che non sono state “graziate” dalla Natura e hanno un seno piccolo, vorrebbero avere la possibilità di vedersi “curvy” per almeno un giorno, e decidere poi se intervenire chirurgicamente o no.

Da oggi questo è possibile, grazie alla straordinaria invenzione di Norman Rowe, un chirurgo plastico di New York. La grande idea del dottor Rowe si chiama Instabreast ed è una soluzione salina unita a degli additivi già di uso medico che può far aumentare il volume del seno per la durata di un giorno. Si tratta di una sorta di “prova” per verificare se la donna in questione si trova bene con un seno aumentato di una taglia: l’effetto di Instabreast dura un giorno intero, e la donna più insicura se operarsi o no può decidere con cognizione di causa, vedendo da subito l’effetto che avrà se si sottoporrà alla mastoplastica additiva, aggiungendo una taglia alla misura del suo seno.

Questo miracoloso Instabreast potrebbe anche essere usato per un’occasione particolare, come – ad esempio – premiazioni, matrimonio, cene importanti ecc.
In un’intervista rilasciata alla ABC, una tv americana, il dottor Rowe ha affermato:

È possibile usare modelli tridimensionali o mettere l’impianto nel reggiseno, ma sentire come cambia il loro peso e vedere come sarebbe vivere con dei seni nuovi è tutta un’altra cosa. La mia idea è quella di dare a tutte una taglia in più per 24 ore, una soluzione perfetta per le donne che non hanno tempo di introdurre impianti.

E come si applica Instabreast?

Instabreast è una procedura non invasiva. I clienti possono concludere tutta l’operazione in meno di un’ora: la procedura richiede infatti tra i 15 ed i 20 minuti massimo ad intervento.

Attualmente la procedura costa parecchio, tra i 2000 e i 2800 euro. Una prova, quindi, che le donne dovranno pagare a caro prezzo, ma che potrebbe essere il “la” per cambiare definitivamente la propria vita, anzi, il proprio décolleté!

Foto tratta dalla rete

Instabreast
Instabreast

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*