Depressione Natalizia: Come Evitarla dai Primi Segnali

Anche se non se ne parla molto, la depressione natalizia colpisce tante persone.
La maggior parte della gente, a Natale, è allegra e ben disposta d’animo, perché le luci colorate, i regali, gli incontri con i parenti e i pranzi e le cene luculliane scaldano il cuore e mettono di buonumore.
Ma purtroppo il Natale non fa lo stesso effetto a tutti, e – in particolare le donne – spesso cadono vittime di quella che ormai è conosciuta proprio come depressione natalizia.
Perché colpisce di più le donne? Il motivo è semplice: sono proprio loro, anche se siamo nel 2014 e qualcosa dovrebbe essere cambiato, che si sobbarcano quasi tutto il carico delle preparazioni dei pranzi, delle cene, della sistemazione dei parenti che magari vengono da altre zone d’Italia – se non del mondo – per fare la visita annuale, e anche dell’acquisto dei regali (da cui i maschi si sollevano dicendo: “tanto a te piace fare shopping”).
A tanti piace oberarsi di questi “lavori” natalizi, ma per altri può diventare nient’altro che uno stress. Senza contare, poi, il fatto che molti rimangono soli, a Natale, perché non hanno un partner, hanno litigato con la famiglia oppure ce l’hanno lontana, e la solitudine rende le cose più difficili, per l’umore.

I sintomi che qualcosa non va sono la tristezza, la voglia di piangere improvvisa, lo stress e l’agitazione man mano che la vigilia si avvicina.

Come fare per non farsi attanagliare dalla depressione natalizia?
La prima regola è: dividersi i compiti. Non possiamo diventare supereroi e sobbarcarci tutte le fatiche. Se però ci diviamo i compiti tutto sarà più facile, e almeno la depressione natalizia da stress sarà evitata.

La seconda regola è: non strafare. Sì, a Natale è bello mangiare, ma preparare duemila piatti non è necessario. Cerchiamo di contenerci, anche per limitare gli sprechi. E poi le feste sono belle perché si sta insieme, non solo perché ci si deve abbuffare!!

La terza regola è: ritagliarsi dei momenti per sé e saper dire di no. Se odiamo il Natale non dobbiamo sentirci obbligati a feste, rumorosi cenoni con i parenti ecc. Se questo ci causa disagio… inventiamo qualcosa e organizziamo un viaggio oppure… diamoci malati!

La quarta regola è: se state veramente male, ricorrete all’aiuto di uno psicologo, che di certo vi potrà dare un aiuto per affrontare con più serenità questo periodo.

Foto tratta dalla rete

depressione natalizia
depressione natalizia

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*