I Cibi Grassi Possono Rovinarci l’Olfatto per Sempre

Quando abbiamo il raffreddore o le allergie stagionali, la cosa che ci dà più fastidio, seconda solo al naso che cola, è il non sentire più gli odori.

E quanto può essere spiacevole non poter aspirare il fragrante odore, per esempio, di una bella pizza fumante o il dolce profumo del gelsomino?
Sappiamo bene come ci si sente ad avere il naso “che non funziona”… Ma la cosa che non sapevamo è che mangiare cibi troppo ricchi di grassi può alterare il nostro olfatto, facendolo – per così dire – indebolire, fino a non farci sentire più bene gli odori e i profumi che ci circondano.

L’olfatto non è solo qualcosa che ci rende ancora più piacevole trovarci davanti al cibo, a una persona oppure a un fiore: l’olfatto è anche una delle armi di cui il nostro organismo è dotato per prevenire i pericoli. Pensate a cosa succederebbe se ci fosse una fuga di gas e noi non ne sentissimo l’odore. Oppure, meno drammaticamene, pensate a quando abbiamo un alimento aperto da un po di tempo nel frigo, ma non ci sono muffe: per essere sicuri di poterlo mangiare senza rischi possiamo solo annusarlo…

Avere un regime alimentare “di manica larga”, in particolare a riguardo dei grassi, può arrivare a compromettere il nostro olfatto: è quanto è emerso da uno studio condotto dai neuroscienziati della Florida State University e pubblicato sul Journal of Neuroscience: è stato dimostrato che esiste una correlazione tra dieta ricca di grassi e un cambiamento strutturale di alcune funzioni dell’organismo, in particolare l’olfatto.

La ricerca, testata sugli animali, ha dimostrato una significativa perdita di neuroni sensoriali olfattivi dopo una dieta a base di grassi.
Ma il bello, anzi, il brutto, è che anche quando era ripristinata una dieta corretta, quindi povera di grassi, l’ampiezza nell’elettro-olfattogramma continuava ad essere ridotta rispetto al periodo precedente la dieta grassa. Questo significa che il processo di modifica dell’olfatto è irreversibile.

In definitiva, secondo lo studio di questi neuroscienziati americani, un’alimentazione sregolata, che lascia troppo spazio ai grassi saturi, non solo ci fa incorrere nel rischio di diventare obesi (con tutte le malattie e i disagi che questa condizione porta con sè) ma ci toglie anche il piacere e la necessità di apprezzare le varie sfumature degli odori.

Foto tratta dalla rete

Cibi grassi
Cibi grassi

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*