Chemioterapia in Gravidanza: Non Danneggia Feto Dopo Terzo Mese

La chemioterapia per le donne che si trovano dopo il terzo mese di gestazione non è pericolosa per il bambino che portano in grembo.

A darne conferma è uno studio internazionale, presentato al congresso europeo di oncologia medica, Esmo, in corso a Madrid (Spagna). Si tratta di uno studio che riveste una grande importanza, perché fino ad ora molte donne in gravidanza avevano scelto di non ricorrere alla chemioterapia, il trattamento per la cura dei tumori, per evitare di danneggiare il nascituro.

Purtroppo ogni anno, e solo nel nostro Paese, sono circa 600 le donne in gravidanza malate di tumore durante la gestazione. La maggior parte di loro decide di privilegiare il bambino, rinunciando alle cure chemioterapiche. Ma questo studio ha dato dei risultati inaspettanti quanto tranquillizzanti: dopo il terzo mese di gravidanza la chemioterapia non causa danni neurologici e/o cardiaci al feto, come si pensava fino a poco tempo fa. Questo apre la strada alle cure chemioterapiche per le donne in gravidanza che hanno ricevuto una diagnosi di tumore dopo il terzo mese di gestazione.

Fedro Alessandro Peccatori, direttore dell’Unità di fertilità e procreazione all’Istituto europeo di oncologia di Milano ha spiegato a La Repubblica:

Gli studi confermano che la chemioterapia in gravidanza non altera lo sviluppo neuro-comportamentale post-natale, né causano problemi cardiaci. Una donna malata di cancro deve ricevere lo stesso trattamento sempre, che aspetti o meno un figlio. La gravidanza, soprattutto nell’ultimo trimestre è stata tradizionalmente considerata una controindicazione alla radioterapia; ma l’introduzione di nuove tecniche e simulazioni più sofisticate della dose assorbita dal feto potrebbero portare a modificare gli scenari, anche se la prudenza resta d’obbligo.

I tumori più frequenti nelle pazienti in gravidanza sono il tumore al seno, le leucemie, il melanoma e i linfomi. Tumori che, in sempre più casi, possono essere curati se presi in tempo.
Foto tratta dalla rete

Gravidanza
Gravidanza

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*