Cancro: I Segni Precoci Sono nel Sangue, nei Livelli di Calcio

Il futuro della diagnostica del cancro è – anche  nell’esame del sangue, e precisamente dei livelli di calcio (ipercalcemia).

Una equipe di ricercatori dell’Università di Bristol e di Exeter ha infatti scoperto che ad elevati livelli di calcio nel sangue può corrispondere l’insorgenza di alcuni tipi di cancro. Questo studio, pubblicato sulla rivista British Journal of Cancer, ha quindi evidenziato come l’analisi dell’ipercalcemia possa “predire” lo sviluppo di un tumore.

L’ipercalcemia, una malattia metabolica caratterizzata da un eccesso di calcio nel sangue, con concentrazioni oltre i 10.5 mg/dL negli adulti, è stata spesso riscontrata nei pazienti malati di cancro (fino al 20% dei malati). Ma se fino a poco tempo fa gli eccessi di calcio erano ritenuti una conseguenza, o un valore collegato alla presenza del cancro, adesso si è scoperto che tale condizione può essere predittiva nei confronti del tumore, e consentire di diagnosticarlo in tempo.

Nella ricerca, si è visto (su un bacino di 54.000 soggetti) che un lieve aumento dei livelli di calcio nel sangue negli uomini faceva incrementare il rischio di cancro in un anno dell’11,5%. Nei casi in cui il calcio raggiungeva o superava i 2,8mmol/L, l’incremento saliva fino al 28%. In particolare, aumentava il rischio di ammalarsi di tumore al polmone, alla prostata, del colon o di contrarre tumori del sangue.

Nelle donne, invece, il rischio di sviluppare un tumore, a pari livello di concentrazione di calcio nel sangue, era decisamente inferiore. Il motivo sta nel fatto che nelle donne l’ipercalcemia comporta lo sviluppo di iperparatiroidismo, patologia causata da un’eccessiva secrezione di paratormone.

Questo studio inglese si rivela quindi di fondamentale importanza, dato che con un semplice esame del sangue, e in particolare facendo attenzione alla quantità di calcio presente a livello ematico, si potranno mettere in allarme (e quindi intervenire in tempo) i soggetti a rischio.

Foto tratta dalla rete

provette

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*