Latte e Alimentazione Vegana: Tutte le Alternative

Sempre più persone si stanno avvicinando all’alimentazione vegana, soprattutto per motivi etici ma anche perché si tratta di un modo di mangiare molto sano.

Quando si sceglie di diventare vegani, il latte potrebbe essere molto critico, soprattutto se si vuole andare al bar a fare colazione (considerando che cappuccino, marocchino e latte macchiato sono appunto a base di latte): cosa si può fare, in quel caso, e quali sono le alternative?

Le soluzioni esistono eccome, perché ci sono tanti altri tipi di latte derivati da cereali oppure dalla frutta che normalmente consumiamo secca.
Vediamo quali sono.

Il latte di soia possiede più calorie e più proteine rispetto agli altri tipi di latte adatti a vegani e intolleranti, e i suoi valori nutrizionali sono quasi pari a quelli del latte vaccino. È ideale anche per le diete senza glutine, quindi per i celiaci.

Il latte di mandorla è una preziosa fonte di antiossidanti, minerali, vitamine e grassi polinsaturi. È quindi un alimento che andrebbe consigliato non solo alle persone vegane ma anche a coloro che seguono un’alimentazione “normale”, perché è ricco di proprietà importanti. Il suo sapore caratteristico lo rende poco adatto ad essere consumato insieme al caffè.

Il latte di riso è un’altra alternativa molto valida: è ricco di zuccheri naturali e quindi è piacevole al gusto. Non contiene glutine e il basso tenore di grassi rende facile la montatura ed è per questo che può essere usato per lavorazioni a freddo come frappè e frullati.

Molto poco diffuso è il latte di nocciola, che è perfetto soprattutto in abbinamento con il caffè.

Il latte di avena non contiene colesterolo e quindi può essere consumato anche dalle persone che hanno problemi di ipercolesterolemia. Derivando da un cereale, appunto l’avena, ha un colore leggermente più scuro e un aroma particolare, dal retrogusto di pane. Per le sue caratteristiche è ideale per preparare cappuccini, budini e creme.

Foto tratta dalla rete

Latte vegano
Latte vegano

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*