Il Sale Nascosto nei Cibi: Merendine e Cereali Sotto Accusa

Il sale fa male, e ormai ce lo stanno dicendo in tutte le salse, sia medici che nutrizionisti.
Anche se non va escluso dalla dieta (quello iodato può infatti prevenire alcune disfunzioni della tiroide) la quantità di sale raccomandata ogni giorno è pari a 5 grammi.

Quello che però dobbiamo considerare con attenzione è che i 5 grammi non comprendono solo il sale che aggiungiamo per insaporire le verdure, i sughi, le insalate ecc., ma in generale la quantità giornaliera di tutto quello che mangiamo. Dobbiamo prestare attenzione al fatto che la maggior parte dei cibi confezionati, anche quelli che consideriamo essere ricchi solo di zucchero (tipo le merendine) spesso ne contengono delle quantità molto elevate.

Tra i cibi confezionati più ricchi di sale in assoluto ci sono le carni in scatola. Ebbene, le aziende le arricchiscono di sale perché oltre ad essere un buon conservante (anche se non è l’unico conservante, in questi prodotti) impediscono alla carne di avere un sapore acido. Infatti la carne cotta, dopo un certo periodo di tempo, se non ci fosse il sale, avrebbe un sapore pessimo, e queste aziende non riuscirebbero più a vendere i loro prodotti, se avessero un sapore sgradevole.
Ci sono poi dei cibi in cui il sale è “nascosto”.

Incredibile ma vero, le merendine sono ricche di sale, anche se è bilanciato – nel sapore – da uno spropositato quantitativo di zucchero. Pensate che una merendina tipo cornetto ha lo stesso contenuto di sale presente in una scatoletta di tonno! E non è finita, perché due merendine a base di pan di Spagna, invece, contengono lo stesso sale di una mozzarella di latte di mucca!
Anche i cereali per la colazione contengono molto sale: pensate che quattro cucchiai hanno lo stesso quantitativo di sale di un pacchetto di patatine fritte.

Per non parlare dei formaggini, altro che alimenti per bambini: sono pieni di sale, e di conseguenza anche di sodio.
Sale: Come Ridurne il Consumo Senza Fare Sacrifici

Foto tratta dalla rete

ciambelle
ciambelle

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*