Dormire Poco Causa Danni Cellulari, Soprattutto al Fegato

Dormire poco, e dormire male, può portare a varie conseguenze negative, tra cui dei danni cellulari, anche se – per fortuna – non irreversibili.
Questo è emerso da un recente studio, condotto dall’equipe di ricercatori guidata da Carol Everson del Medical College of Wisconsin di Milwaukee e pubblicato dalla rivista medica specializzata Sleep.

Ebbene, sembra che la mancanza di sonno, o un sonno fortemente interrotto, possano provocare delle alterazioni della fisiologia cellulare: questo significa che ci possono essere degli errori di replicazione del DNA e di conseguenza delle alterazioni a livello metabolico.

L’esperimento è stato condotto su un gruppo di cavie da laboratorio (topi) che sono stati privati del sonno in modo completo o parziale per un lasso di tempo pari a dieci giorni. Al termine di questo periodo in cui i topi hanno subìto tali alterazioni nel ritmo sonno – veglia, i ricercatori hanno scoperto delle anomalie nelle cellule del fegato, dei polmoni, dell’intestino, della milza e del cuore. Gli enzimi antiossidanti perossidasi glutatione e catalasi, che proteggono dallo stress ossidativo delle cellule, erano compromessi, così come le normali funzioni metaboliche.
L’organo più colpito sembra essere il fegato: pensate che in esso si è evidenziato un aumento pari a 3,5 volte dell’apoptosi e pari a 1,5 volte della proliferazione cellulare.

Un danno importante, che però può essere riparato tornando a dormire regolarmente. Certo, difficile per le persone che non sono indotte all’insonnia come i topi, ma che nella vita quotidiana hanno difficoltà ad addormentarsi.
L’equipe del Medical College of Wisconsin di Milwaukee ha commentato, come riporta La Stampa:

Questo studio è importante perché finora gli specifici fondamenti fisici che determinano il rischio di malattie a causa della carenza di sonno sono stati sfuggenti e ora li stiamo finalmente identificando.

Una volta di più apprendiamo come un sonno corretto e regolare sia fondamentale per la salute del corpo.

Foto tratta dalla rete
Fonte: La Stampa

Insonnia
Insonnia

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*