Avocado Riduce Colesterolo e Previene Malattie Cardiache

L’avocado è un frutto che sulle tavole degli italiani non si vede spesso, eppure dovremmo inserirlo nella nostra dieta quotidiana: una recente ricerca lo associa, infatti, a una migliore salute del cuore.

Mangiare un avocado ogni giorno può contribuire a ridurre il colesterolo cattivo, e di conseguenza a ridurre il rischio di malattie cardiache. Questo è stato il risultato di uno studio condotto da una equipe di ricercatori della Penn State University e pubblicato sul Journal of the American Heart Association.

L’avocado è un frutto ad alto contenuto di acidi grassi monoinsaturi, ideale quindi per abbassare il colesterolo, ma ci sono altre proprietà che rendono prezioso questo frutto. Esso infatti, secondo lo studio in questione, contiene anche delle lipoproteine a bassa densità, che riducono fortemente il rischio di malattie all’apparato cardiovascolare, come ha sottolineato Penny M. Kris-Etherton, Docente di Nutrizione dell’Università americana.

Lo studio ha preso in esame tre diverse diete, tutte progettate per abbassare il colesterolo: una dieta a basso contenuto di grassi e due diete a moderato consumo di grassi. Una di queste dieta comprendeva, ogni giorno, un avocado (durava in tutto cinque settimane), e si è visto difatti che il regime che funzionava di più, per lo scopo prefissato, era proprio quest’ultimo.

La dieta dell’avocado aveva diminuito il colesterolo cattivo di 13,5 mg, mentre nelle altre diete era stato ridotto di 8,3 mg e 7,4 mg.

Il problema è che l’avocado non trova spazio in molte ricette: per la maggior parte serve a preparare il famoso guacamole, che viene però spesso accompagnato da patatine o chips di mais, che sono cibi ad alto contenuto di sodio (di sale) e di grassi. Per integrare l’avocado nella dieta lo si potrebbe inserire nelle insalate, oppure aggiungerlo alla farcitura di un panino, specialmente se si è fuori casa per il pranzo.

Foto tratta dalla rete
Fonte: news.psu.edu

avocado
avocado

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*