Bere Fino a Cinque Caffè al Giorno Non Comporta Rischi

Il caffè fa male o fa bene, e quante tazzine al giorno se ne possono bere senza correre rischi?
La risposta arriva dall’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, che ha dichiarato che dosi singole di caffeina fino a 200 mg e dosi quotidiane fino a 400 mg (che corrispondono a tre tazzine di espresso “robusto” e cinque di caffè qualità arabica) non causano preoccupazioni per le persone adulte. Oltre, invece, potrebbero comportare qualche rischio.
E per le donne in gravidanza quali sono le regole nell’assunzione di caffè? L’Efsa ha dichiarato che:

Nel caso di donne in gravidanza l’assunzione di caffeina fino a 200 mg al giorno non solleva preoccupazioni per la salute del feto. Inoltre, dosi singole di caffeina fino a 200 mg non destano preoccupazioni per la sicurezza degli adulti (18-65 anni), anche se consumate meno di due ore prima di un esercizio fisico intenso.

Riguardo al fatto che la caffeina fa perdere sonno e quindi alcuni non lo assumono già nel pomeriggio, per temere di passare la notte in bianco, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare ha precisato che:

Dosi singole di 100 mg possono aumentare il tempo di latenza del sonno (la quantità di tempo occorrente per addormentarsi) e ridurne la durata in taluni adulti.

Insomma, l’eterno dilemma se il caffè faccia o bene o provochi rischi per la salute è stato parzialmente “risolto”: perlomeno possiamo stare sicuri, secondo queste dichiarazioni, che fino a cinque tazzine di caffè al giorno non comportano danni al nostro organismo, se siamo adulti e siamo in buona salute.

Tra l’altro, secondo uno studio finanziato dall’Istituto coreano di Scienza e Tecnologia, il caffè farebbe bene alla vista, grazie al suo contenuto di acido clorogenico (CLA) che metterebbe al riparo le cellule dall’invecchiamento e contrasterebbe così la degenerazione maculare nella retina.

Per saperne di più leggi: Il Caffè Fa Bene alla Vista: Lo Dimostra uno Studio

Foto tratta dalla rete

Caffè
Caffè

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*