Pesce: Occhio alla Stagionalità per Avere Sicurezza e Qualità

Per un’alimentazione sana e che rispetti il nostro corpo, è necessario scegliere sempre i prodotti stagionali, che la natura “prevede” per quel periodo: e, a differenza di quanto si possa credere, non sono soltanto la frutta e la verdura ad essere di stagione. Infatti anche il pesce si deve scegliere sempre in base ai “ritmi del mare”.

Da cosa dipende la stagione dei pesci? Dipende, ovviamente, dalla fase di riproduzione, e quindi è importante consumarli al di fuori di questo periodo, per consentire al pesce di riprodursi ogni anno.

Scegliere il pesce “di stagione” è anche una garanzia di qualità e di sicurezza, due elementi che non si devono mai trascurare quando si parla di alimentazione.
Ma vediamo qual è la stagionalità del pesce.

INVERNO

In inverno possiamo consumare sgombro, vongola verace, rombo chiodato, triglia, sarago, sardina, ricciola, pagello, polpo, seppia, lampuga, alici, pescatrice, palamita.

PRIMAVERA

La primavera è la stagione perfetta per assaporare del pesce gustoso come san pietro, leccia, palamita, pagello, sugarello, sgombro, gallinella di mare, spigola, sarago, scorfano.

ESTATE

Nella stagione del sole, il pesce che possiamo consumare con sicurezza è sogliola, sugarello, orata, spigola, ricciola, sarago, sardine, alici, gallinella di mare.

AUTUNNO

Nella stagione autunnale sono da preferire spigola, triglia, rombo chiodato, gallinella di mare, lampuga.

Il pesce può essere cotto in vari modi. Sta prendendo piede, già da alcuni anni, il cosidetto sushi italiano, fatto con pesce crudo freschissimo e servito con del riso. I prodotti del mare sono gustosi anche grigliati, fritti, al forno (con olive, aromi vari e qualche fetta di limone), bolliti, oppure in agrodolce.

A proposito di stagionalità dei cibi, leggete questo articolo per capire perché è fondamentale mangiare frutta e verdura di stagione (e italiana): Pesticidi in Frutta e Verdura: Cosa Fare per Difendersi

sgombri
sgombri

Foto tratta dalla rete
Fonte: Carrello

Commenta!

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*